5 miti da sfatare sui servoscala
5 miti da sfatare sui servoscala 16-08-2018

5 miti sui servoscala da sfatare

 

Mito n.1: La guida del montascale deve essere fissata al muro o viene fissata sugli scalini?

 

L'installazione della guida del montascale avviene tramite fissaggio sugli scalini quindi la maggior parte delle volte il muro resta libero.

Questo vuol dire che l'installazione dei servoscala Genio non richiede opere murarie eccetto in rari casi in cui è necessario un piccolo adattamento. 

 

Mito n.2: Il montascale può iniziare a muoversi da solo

 

Quando il montascale non viene utilizzato non può muoversi in nessun modo da solo se non gestito da una persona. Non è necessario che la persona sia seduta sul montascale. I comandi a parete o a mano possono essere utilizzati per chiamare e inviare il montascale ai piani desiderati o in un punto di parcheggio per caricare l'impianto mentre non è in uso.

I punti di parcheggio generalmente si trovano alla fine della guida e il montascale Genio Freecurve presenta la caratteristica “Creep To Park” ovvero una funzione che fa continuare il percorso della poltroncina per arrivare al punto di parcheggio nel caso il joystick venga rilasciato fino a 5 cm prima del parcheggio stesso. In questo modo il montascale sarà sempre carico e pronto all’uso.

 

Mito n.3: Se il montascale incontra un ostacolo non si ferma

 

Nel caso, se pur improbabile, che vi sia un'ostruzione sulla scala durante l'utilizzo di un montascale, si attiverà sull'impianto un arresto di emergenza che bloccherà il movimento della poltroncina finchè l'ostruzione non venga rimossa.

Questa funzione si chiama "Safety and Stop". I bordi del monascale risultano sensibili e si muovono in senso opposto all'ostruzione per consentirne la rimozione.

 

Mito n.4: In caso di blackout il montascale si bloccherà

 

In caso di blackout il montascale non si bloccherà dato che le unità all’interno si caricano attraverso le batterie che vengono a loro volta caricate dall’alimentazione elettrica. Per questo motivo immagazzinano un serbatoio di carica nelle loro batterie, in modo che poteranno comunque spostarsi perché attingono alle riserve immagazzinate nelle loro batterie.

Una volta i montascale venivano alimentati ad elettricità fornita direttamente dalla rete elettrica, ora i nostri montascale sono a scorrimento a batteria D/C. Gli impianti quindi si caricano attraverso le batterie che vengono a loro volta caricate dall'alimentazione elettrica. Nelle batterie quindi viene immagazzinato un serbatoio di carica così che in caso di guasto elettrico il montascale può comunque muoversi utilizzando appunto l'energia immagazzinata.

Il numero di corse che il montascale riesce a fare utilizzando l'energia della batteria dipende dalla lunghezza della scala e dalle batterie stesse. La batteria si ricarica quando la poltroncina del servoscala viene lasciato in un punto di ricarica. Alcuni montascale rettilinei sono a "carica continua" possono quindi essere ricaricati lungo tutta la guida.

 

Mito n.5: Le batterie D/C dei montascale vanno sostituite regolarmente

 

Il montascale è alimentato da due batterie ricaricabili durevoli e resistenti. Esse vengono ricaricate tramite l’elettricità di rete quando il montascale non è in uso.

 

Ulteriori chiarimeti sui nostri montascale li potete trovare nella sezione APPROFONDIMENTI MONTASCALE